Insistere nel puntualizzare

Il primo passo per una comunicazione fallimentare nella coppia “Se avessi avuto prima un cane, non mi sarei sposata!” Una laconica frase? No, è il frutto di un processo di comunicazione fallimentare nella coppia. Da quando l’uomo scrive racconta di coppia,  di estasi  e di dolori di condanne e tradimenti di morte data e di …

L’indecisione, figlia della paura

“Nulla è così logorante quanto l’indecisione, e nulla è così futile” (Bertrand Russell). Ognuno di noi ha vissuto questo stato: per alcuni è attesa per altri è logoramento. Come si crea la psicotrappola dell’indecisione? L’indecisione è figlia della paura l’emozione più potente connessa all’istinto di sopravvivenza. La paura si attiva in due modi: il primo …

Gli occhi che parlano

“L’occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo” diceva C. F. Hebbel, poeta e drammaturgo tedesco del 1800.  Mai come in questo periodo la nostra comunicazione passa prevalentemente attraverso lo sguardo. La nostra faccia è segregata dalle mascherine che ci proteggono dall’ incubo del contagio dell’’invisibile virus che potrebbe portarci ad ammalarci di …

Fobia: il volto patologico della paura

“La paura è un’emozione adattiva, è l’emozione della quale dovremo avere meno paura perché è quella che ci salva la vita continuamente; diventa un disturbo quando va oltre una certa soglia e limita la vita” dice G. Nardone, direttore del Centro di Terapia Strategica di Arezzo. La fobia è appunto una paura che è andata oltre …

Viaggio nei gironi del “male oscuro”

Per diventare depressi c’è un modo infallibile : bisogna Rinunciare, non arrendersi per opportunità! Rinunciare per impotenza. Bisogna credere fermamente di essere svantaggiati biologicamente ed essersi comportati di conseguenza, considerando la propria mente come un handicap fisico che impedisce di correre la vita..

Il panico: «nulla spaventa più della paura stessa»

Giulia ha 26 anni e una vita praticamente normale: genitori, un lavoro, un fidanzato, un cane…. Un giorno era al supermercato, quando a un certo punto si è sentita un po’ “strana”. Si è accorta di avere il battito cardiaco molto accelerato, ha iniziato a sentire che le mancava l’aria, ha cominciato a sudare, la …

Il piacere che avvelena: sovrappeso e obesità

Tanti e complessi sono i disordini e i disturbi alimentari. Ormai in crescita esponenziale negli ultimi decenni, si sono evoluti seguendo i modelli culturali che hanno messo l’immagine di sé come uno dei primi ingredienti della propria identità e autostima . L’identità ce l’abbiamo, non perché siamo nati ma perché gli altri ce la riconoscono. …

Il volto oscuro della rabbia

“La rabbia è una breve pazzia” scriveva Orazio. Volenti o nolenti la rabbia fa parte della nostra dotazione di emozioni primarie insieme alla paura, al dolore e al piacere. Tutte le  emozioni  primarie innate hanno funzioni adattive, cioè  scattano inconsapevolmente come risposta a stimoli interni o esterni,  per metterci in salvo e contribuire alla nostra sopravvivenza. La funzione …

Gestire le emozioni per vivere meglio

Solitudine, preoccupazione, ansia, paura, reazioni di rabbia allo stress. Questi elementi – emozioni e stati d’animo – che tutti noi conosciamo, sono vissuti dalle persone episodicamente oppure come veri e propri limiti insuperabili. Alcuni sono stati transitori, altri hanno bisogno di curepsicologiche o farmacologiche. Sono tutte reazioni a situazioni particolarmente problematiche e oggettive come quella …

La solitudine tra scelta di vita e condanna

“Senza solitudine non c’è relazione, se non sai stare da solo « non sai stare con nessun altro, se non sai stare con l’altro non sai starecon te stesso.” Questa è l’essenziale ambivalenza del nostro esistere» dice Giorgio Nardone nel suo libro La solitudine, capirla e gestirla per non sentirsi soli. Il primo passo per …